Università degli Studi di Roma "TOR VERGATA"



Pubblicato il 09/05/2017

OGGETTO: Selezione pubblica, per il reclutamento di un ricercatore con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, ai sensi dell’art. 24, comma 3, lettera a), della legge 30/12/2010 n. 240, presso il Dipartimento di Medicina dei Sistemi dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per il Settore Concorsuale 05/D1, Settore Scientifico-Disciplinare BIO/09, bandito con D.R. n. 31 del 12/01/2017 (Rif. 1283).


La discussione dei titoli, della produzione scientifica e la prova di lingua straniera della selezione, si terrà il giorno 23 giugno 2017 alle ore 10:30 presso la direzione della Fisiologia, studio del Prof. Lacquaniti Francesco, stanza F123, I piano, Torre F SUD della Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università di Roma Tor Vergata, via Montpellier 1 – 00133 Roma.

Candidati ammessi:
- MOSCATELLI ALESSANDRO

_____________________________________________________________
Pubblicato il 02/05/2017

SELEZIONE PUBBLICA PER IL RECLUTAMENTO DI N. 1 RICERCATORE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL’ART. 24, COMMA 3, LETTERA a) DELLA LEGGE 240/2010, PRESSO IL DIPARTIMENTO DI MEDICINA DEI SISTEMI DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA “TOR VERGATA” PER IL SETTORE CONCORSUALE 05/D1, BANDITA CON D.R. DEL 12/01/2017 (RIF. 1283)

http://concorsi.uniroma2.it/php/viewbando.php?id=2354


VERBALE N. 1 – SEDUTA PRELIMINARE

La Commissione esaminatrice della selezione di cui in premessa, nominata dal Magnifico Rettore con decreto n. 863 del 20/4/2017 e composta da:
- Prof. Francesco Lacquaniti
- Prof. Andrea d’Avella
- Prof. Filippo Acconcia
si è riunita per la prima volta il giorno 27/4/2017 alle ore 16:00 in collegamento telematico (ex art. 4, comma 12 del D.P.R. n. 117 del 23/03/2000), come da autorizzazione rettorale prot. n. 544 del 28/02/2012.
Le funzioni di Presidente sono svolte dal Prof. Francesco Lacquaniti e le funzioni di segretario sono affidate al Prof. Filippo Acconcia.
La Commissione prende atto che dal 20/4/2017, data di pubblicazione del decreto rettorale di nomina, decorrono i termini di sei mesi entro i quali la presente selezione deve concludersi.
Ognuno dei membri dichiara, ai sensi dell’art. 5, comma 2, del D.L.gs 1172/1948, di non avere relazioni di parentela o affinità fino al quarto grado con gli altri membri e di non aver riportato condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I titolo II del libro secondo del codice penale.
La Commissione prende atto che l’unico candidato che ha presentato domanda ha prodotto dichiarazione di non ricusazione della commissione e pertanto la Commissione è pienamente legittimata ad operare secondo norma.
La Commissione prende visione della legge 240 del 30 dicembre 2010 ed in particolare dell’art. 24 e del D.R. n. 1762 del 02 agosto 2016 con il quale è stato emanato il regolamento per il reclutamento di ricercatori a contratto ai sensi della predetta legge.
La Commissione passa quindi alla lettura del bando di selezione ed in particolare all’art. 5 e procede a predeterminare i criteri di massima per la valutazione preliminare dei candidati, che si effettuerà con motivato giudizio analitico sui titoli, sul curriculum e sulla produzione scientifica (ivi compresa la tesi di dottorato), secondo i parametri e i criteri di cui al D.M. n. 243/2011.

Valutazione dei titoli e del curriculum
a) dottorato di ricerca o equipollenti, conseguito in Italia o all’estero;
b) eventuale attività didattica a livello universitario in Italia o all’Estero;
c) documentata attività di formazione o di ricerca presso qualificati istituti italiani o stranieri;
d) realizzazione di attività progettuale;
e) organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali, o partecipazione agli stessi;
f) titolarità di brevetti;
g) relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali;
h) premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca;

La valutazione di ciascun titolo sopra indicato è effettuata considerando specificamente la significatività che esso assume in ordine alla qualità e quantità dell’attività di ricerca svolta dal singolo candidato.

Valutazione della produzione scientifica
Verranno prese in considerazione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con l’esclusione di note interne o rapporti dipartimentali. La tesi di dottorato o dei titoli equipollenti sono presi in considerazione anche in assenza delle condizioni sopra citate.
Per quanto riguarda i lavori in collaborazione con i Commissari della presente procedura di valutazione o con i terzi, al fine di valutare l’apporto di ciascun candidato, la Commissione prenderà in considerazione l'ordine dei nomi presenti nel frontespizio delle pubblicazioni e/o l’essere il candidato autore corrispondente, la coerenza delle pubblicazioni con il resto dell'attività scientifica.
La Commissione giudicatrice effettuerà la valutazione delle pubblicazioni sopra indicate sulla base dei seguenti criteri:
a) originalità, innovatività, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione scientifica;
b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore concorsuale per il quale è bandita la procedura e con l’eventuale profilo, definito esclusivamente tramite indicazione di uno o più settori scientifico-disciplinari, ovvero con tematiche interdisciplinari ad essi correlate;
c) rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all’interno della comunità scientifica;
d) determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunità scientifica internazionale di riferimento, dell’apporto individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione.
Valuterà inoltre la consistenza complessiva della produzione scientifica del candidato, l’intensità e la continuità temporale della stessa, fatti salvi i periodi, solo se adeguatamente documentati, di allontanamento non volontario dall’attività di ricerca, con particolare riferimento alle funzioni genitoriali.
La Commissione si avvarrà, nel valutare le pubblicazioni, anche di uno o più dei sotto riportati indicatori, riferiti alla data di scadenza dei termini delle candidature:
a) numero totale delle citazioni;
b) numero medio di citazioni per pubblicazione;
c) «impact factor» totale;
d) «impact factor» medio per pubblicazione;
e) combinazioni dei precedenti parametri atte a valorizzare l’impatto della produzione scientifica del candidato (indice di Hirsch o simili).
Nel caso in cui uno dei candidati abbia superato il limite massimo delle pubblicazioni da presentare, fissato in 20 dal bando, la Commissione giudicatrice valuterà le stesse secondo l’ordine indicato nell’elenco, fino alla concorrenza del limite stabilito.
La Commissione stabilisce inoltre di ammettere alla discussione l’unico candidato che ha presentato domanda.

Discussione pubblica titoli e pubblicazioni – Prova di lingua
L’adeguata conoscenza della lingua inglese verrà accertata mediante lettura e traduzione di testo scientifico.

Al termine della discussione la Commissione, tenuto conto dell’apporto scientifico dei candidati e della sua qualità, procede all’attribuzione dei punteggi. Dei 100 punti complessivi, 30 sono riservati ai titoli ed al curriculum, 50 alle pubblicazioni e 20 alla valutazione della discussione delle pubblicazioni.

DESCRIZIONE DEL PUNTEGGIO TITOLI E CURRICULUM

a) dottorato di ricerca o equipollenti, conseguito in Italia o all’estero; 8/30
b) eventuale attività didattica a livello universitario in Italia o all’Estero; 2/30
c) documentata attività di formazione o di ricerca presso qualificati istituti italiani o stranieri; 5/30
d) realizzazione di attività progettuale; 1/30
e) organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali, o partecipazione agli stessi; 5/30
f) titolarità di brevetti; 1/30
g) relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali; 3/30
h) premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca; 5/30

DESCRIZIONE DEL PUNTEGGIO PUBBLICAZIONI

a) un massimo di 40 punti per le pubblicazioni (max. 2 punti per pubblicazione) sulla base dei seguenti criteri:
1. Originalità, innovatività rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione scientifica;
2. Congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore concorsuale per il quale la procedura è bandita e con tematiche interdisciplinari ad esse correlate;
3. Rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all’interno della comunità scientifica;
4. determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunità scientifica internazionale di riferimento, dell’apporto individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione.
b) un massimo di 10 punti complessivi per i lavori presentati in cui il candidato compaia come Primo Autore o Autore Corrispondente.

La discussione dei titoli e delle pubblicazioni avverrà contestualmente all’accertamento dell’adeguata conoscenza della lingua straniera richiesta dal bando. Tale seduta è pubblica.
Terminati i lavori, la Commissione, provvederà a consegnare il presente verbale (debitamente siglato su tutte le pagine e firmato nell’ultima pagina dal Presidente) al responsabile del procedimento per la prescritta pubblicità sul sito http://concorsi.uniroma2.it.

Letto, approvato e sottoscritto.

La seduta è tolta alle ore 17.35

Roma lì, 27 aprile 2017

PER LA COMMISSIONE

Presidente Francesco Lacquaniti

_______________________________________________________________
D.R. n. 863 del 20/04/2017
Pubblicato il 20/04/2017



IL RETTORE

VISTA la Legge 9 maggio 1989, n. 168 e s.m.i.;
VISTA la Legge 30 dicembre 2010, n. 240 ed in particolare l’art. 24;
VISTO il D.R. n. 1762 del 02/08/2016 recante il Regolamento d’Ateneo per la disciplina delle modalità di selezione e dello svolgimento delle attività dei Ricercatori con contratto a tempo determinato, ed in particolare l’art. 7;
VISTO il D.R. n. 31 del 12/01/2017 con il quale è stata bandita la selezione pubblica, per il reclutamento di un ricercatore con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, ai sensi dell’art. 24, comma 3, lettera a), della legge 30/12/2010 n. 240, presso il Dipartimento di Medicina dei Sistemi dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per il Settore Concorsuale 05/D1, Settore Scientifico-Disciplinare BIO/09 (Rif. 1283);
VISTO che il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 02/03/2017;
VISTA la Delibera del Consiglio di Dipartimento di Medicina dei Sistemi in data 06/04/2017;
CONSIDERATO che occorre nominare la commissione esaminatrice della predetta selezione;

D E C R E T A

Art. 1 - La Commissione esaminatrice della selezione pubblica, per il reclutamento di un ricercatore con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, ai sensi dell’art. 24, comma 3, lettera a), della legge 30/12/2010 n. 240, presso il Dipartimento di Medicina dei Sistemi dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” per il Settore Concorsuale 05/D1, Settore Scientifico-Disciplinare BIO/09, è così costituita:

- Prof. LACQUANITI FRANCESCO – Ordinario inquadrato nel settore concorsuale 05/D1 dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”;

- Prof. D’AVELLA ANDREA – Ordinario inquadrato nel settore concorsuale 05/D1 dell’Università degli Studi di Messina;

- Prof. ACCONCIA FILIPPO – Associato inquadrato nel settore concorsuale 05/D1 dell’Università degli Studi di Roma Tre.

Il presente decreto sarà acquisito alla raccolta nell'apposito registro di questa Amministrazione.

IL RETTORE
(Prof. Giuseppe Novelli)

Home page Nuova Ricerca